Auguri, Teatro!

Buon anno, Teatro!
A tutti coloro che vivono in qualche maniera il teatro vada il nostro più sincero e cordiale augurio di un buon anno.

Buon anno al pubblico: possa avere modo e capacità di scelta per apprezzare cose buone e molto gradevoli andando agli spettacoli; sappiano affinare sempre più il loro gusto per il teatro e proporlo agli amici, ai propri cari come occasione sana per stare insieme in allegria.

Buon anno ai “teatranti”: facendo teatro sappiano restare umili servitori del pubblico senza esserne schiavi; non si montino la testa con i successi che possono avere; non si lascino abbattere dagli insuccessi; gustino il piacere di lavorare insieme; sappiano crescere continuamente come persone e come artisti (sia pure dilettanti); non cadano nella trappola della vanità.

Buon anno agli attori: abbiano salute nello spirito e grande generosità, per dare sempre il meglio di se stessi senza mai sentirsi “arrivati”, non bisognosi di imparare ancora; non cadano nella trappola della presunzione; sappiano riconoscere e gustare che non sono gli unici protagonisti dell’opera teatrale; non abbiano gelosie tra loro, facilmente suscitabili dall’assegnazione di parti più o meno importanti: tutte le parti sono importanti, tutte concorrono all’armonia del lavoro collettivo.

Buon anno ai tecnici: possano gustare il piacere di essere servitori nascosti di un bene che raggiunge la Compagnia ed il pubblico; sappiano gustare sempre maggiormente la loro altissima vocazione all’operosità instancabile e all’umiltà del nascondimento dietro le quinte. La loro è la vocazione artistica più prossima allo stile del Signore Gesù: il Protagonista per eccellenza della Storia, il Creatore, il Produttore che non ha disdegnato di farsi piccolo e servo di tutti, anziché pretendere di essere servito (come meriterebbe!).

Buon anno agli autori: sappiano produrre e promuovere idee sempre buone, sempre nuove, sempre costruttive, sia per il divertimento che per la riflessione su valori e situazioni importanti; ricordino che hanno una grande responsabilità educativa, culturale, spirituale: sono i veicolatori di idee, di valori, di cose pregiate; non cedano mai alla tentazione di fare qualunque cosa, anche di nessun valore, per il semplice gusto di avere successo.

Buon anno ai registi: siano più umili degli altri e, allo stesso tempo, determinati e fermi, perché la navigazione della Compagnia proceda serena e sicura verso la bella realizzazione dell’opera programmata. Sappiano coniugare sempre dolcezza e fermezza.

Buon anno a tutti!

© Copyright Teatro Don Bosco Savona - P.Iva 00521000091