Il penultimo scalino

Giallo comico di Samy Fayad
Compagnia “La torretta” – Savona

Trama

In un villino della ricca borghesia nella pineta di una località balneare, la signora Gina è distrutta dal dolore: Il “Corriere della Sera” sembra non lasciare dubbi: sulla lista dei passeggeri morti in uno schianto aereo sul San Bernardo c’è il nome di suo marito Goffredo. Inizia così la processione degli amici e dei vicini per le condoglianze.
Il primo ad arrivare è l’indolente professor Prandoni, squattrinato erudito, incredulo di fronte alla sventura dell’architetto Goffredo e alla sorte della signora Gina, così attraente, così’ precocemente vedova e quindi … così inaspettatamente ricca! Un’occasione d’oro per uno spiantato a caccia di dote come Prandoni.
Il ricco imprenditore milanese amico della vittima, tale Pironte, giunto al villino con la moglie Luciana, pensa invece ad uno scherzo o ad un errore del giornale, poiché è sicuro di aver visto Goffredo poche ore prima, perfettamente vivo e vegeto.
Notizie fuorvianti e fatti grotteschi, complici anche le rocambolesche incursioni del sorvegliante Maranzana, non contribuiscono certo a risolvere il caso.
Si è quindi di fronte ad un vero mistero per la vedova, che per uscire indenne da tutta la situazione non esita a chiedere aiuto allo squattrinato professor Prandoni.
In un crescendo di suspence e colpi di scena in cui si inciampa di continuo, i personaggi si destreggiano acrobaticamente in una ragnatela sempre più fitta di segreti piccanti e avvistamenti notturni, nel ritmato intreccio di quella che sembra essere una assurda quanto improbabile veglia funebre, sino ad arrivare ad un inaspettato e sorprendente finale.

Informazioni

GINA     Alessandra Crescini
FRANCESCO     Marco Ventura
PIRONTE     Aldo Curti
LUCIANA     Rosalba Bruzzone
MARANZANA     Michele D’Onofrio

Regia:
Lorenzo Morena
Aiuto regia e Scenografia
Giulio Tassara
Tecnici luci e fonici
Andrea Ghersi

La compagnia

Compagnia “La torretta” – Savona

La Compagnia di prosa “La Torretta” nasce a Savona nel 1980, ad opera di don Aldo Bargioni, allora parroco (salesiano) della Parrocchia Maria Ausiliatrice di Savona.
Appassionato di teatro e competente in materia, estroso e capace in recitazione, arte grafica e tante altre cose molto utili per il teatro, don Aldo raccolse intorno a sé degli amici (giovani e meno giovani) che volevano condividere l’esperienza del palco. Il tutto in un contesto famigliare, che affondava le sue radici nell’Oratorio Salesiano.
“La torretta” si esprime sia nel teatro dialettale che nel teatro in lingua; vanta un ampio repertorio del quale sono particolarmente apprezzate le interpretazioni dialettali e, specialmente, le commedie goviane.

© Copyright Teatro Don Bosco Savona - P.Iva 00521000091