Le rivelazioni di un taxista

Commedia dialettale di U. Palmerini e P. Campodonico
Compagnia “Mario Cappello” – Genova

Trama

Tognin Costa, titolare di una fabbrica di calzature, sposa in seconde nozze Erminia, la vedova del suo socio ed amico Cesarino.
Purtroppo quest’ultimo è sempre presente nel cuore di Erminia, la quale non perde occasione per ricordare ad ogni ricorrenza le virtù del primo marito.
Arriva a casa tutta la “tribù” dei famigliari del “povero Cesarino”: vengono in visita ufficiale alla ex nuora ma finiscono per installarsi in casa di Tognin ed Erminia e lì prendono a vivere a scrocco.
Per Tognin la situazione è insopportabile: occorre sbloccare la situazione.
Ci penserà Napoleone: non l’imperatore ma un taxista che, con le sue “rivelazioni”, per ben tre volte farà cambiare il finale della divertentissima commedia.

Informazioni

Interpreti:

TOGNIN COSTA                  Pierluigi De Fraia
ERMINIA                              Tiziana Pezzo
TERESA                                Elvina Donati Titti Gamalero
FRANCESCA                        Luisa Marzani
GIOVANNI CASAZZA         Giampaolo Campanella
ROSA                                    Vanna Croce
PIPPETTO                            Carlo Grosso
NUNZIA                               Flavia Cangemi
NAPOLEON                         Renato Cattan

Regia
Pierluigi De Fraia

Direttore di scena
Mariangela Testani

La compagnia

“Mario Cappello” – Genova

Il 7 dicembre 1957 nasce ufficialmente il “Circolo Folkloristico Genovese Mario Cappello”.
Le prime manifestazioni sono orientate soprattutto verso la canzone genovese.
Il 13 marzo 1958 il Circolo esordisce nel Teatro Sociale, il famoso ex Teatro Pammatone. Si esibiscono i più noti cantanti genovesi del momento: è un successo strepitoso davanti a circa 1000 spettatori.
Nasce in quell’anno anche il premio di poesia dialettale ligure “Lauro d’oro”, che vive sino ad oggi ed è giunto alla 37^ edizione.La svolta si ha con la gestione del Cinema Teatro Carignano, un locale chiuso da anni che necessita di lavori costosissimi. Grazie all’opera, anche materiale, dei soci il 22 gennaio 1969 va in scena la commedia dialettale “Un’euggià in giò e unn-a inderé”.
La gestione della sala andrà felicemente avanti con scuole di musica, danza e recitazione, fino all’inizio degli anni ’90, quando subentra la gestione diretta della Parrocchia.
Il Circolo, con le sue Compagnie Teatrali e Folkloristiche, continua un’operosa attività con con rappresentazioni in decentramento in Liguria e non solo.

© Copyright Teatro Don Bosco Savona - P.Iva 00521000091