Storia e teatro

Compagnia “La torretta” – Savona

Tra i tanti modi di fare teatro, c’è anche quello che sta particolarmente a cuore al “Teatro don Bosco”: portare in scena storie vere, personalità importanti che hanno segnato la vita e la storia della Chiesa.
Stiamo parlando dei Santi o di chi è sulla strada della santità.
Il grosso impegno di questo scorcio di fine anno 2018 è la messa in scena della commedia “A cena con don Alfonso”: un esperimento (per quanto riguarda la nostra esperienza) che ha l’intenzione di far conoscere al pubblico un Santo di straordinaria importanza e, almeno dalle nostre parti, assai poco conosciuto e frequentato.
Si tratta di S. Alfonso Maria de Liguori, vescovo e dottore della Chiesa.
Una figura molto vivace (basti dire che è napoletano!), ricca di molte qualità e sfaccettature; artista, musicista e compositore, poeta, pittore, giurista, avvocato … un insieme di doti ed esperienze che, nella sua vita di prete e di vescovo, ha voluto e saputo mettere a frutto dedicandosi ad annunciare il Vangelo alla povera gente di Napoli.
Un personaggio straordinario che ha saputo coniugare, con spirito veramente moderno e ancora molto attuale, la ricchezza immensa dei valori religiosi con la semplicità del linguaggio e dell’esperienza quotidiana della gente comune.
Un prete che ha saputo mettere a profitto certi valori dell’Illuminismo, scartandone e criticandone fermamente le aberrazioni e, in qualche maniera, li ha incrociati con la ricchezza delle verità cristiane.
Carattere vivace e forte ma ricco di una grande sensibilità umana.
Personalità assolutamente libera e disinibita, che la Chiesa ha voluto indicare come Santo e Dottore nella teologia morale.

© Copyright Teatro Don Bosco Savona - P.Iva 00521000091