Storia, teatro e Oratorio

C’è un teatro fatto per lo svago e c’è un teatro fatto per la riflessione, la conoscenza, l’incontro con la realtà storica.
La dimensione storica del teatro mi appare molto preziosa e affascinante: è quella che offre occasioni e strumenti per conoscere la Storia, per meditarla, per nutrirsene in modo gradevole e meglio assimilabile. Conoscere persone realmente esistite; vicende realmente accadute: tutto un complesso di cose che, presentate con fedeltà storica e piacevolezza espressiva, consentono un’importante riflessione sulla Storia dell’Umanità.
Oggi si cerca molto la semplice evasione, la distrazione, il divertimento; si ha poca voglia di riflettere, di confrontarsi, tanto meno di studiare. Ma ci sono persone (e non poche!) che gradiscono il teatro come occasione per conoscere e riflettere su certi eventi, personaggi e valori: c’è un desiderio di andare alle fonti di una determinata esperienza storica, per darsi un corredo culturale che può essere prezioso per il presente che si sta vivendo.
Ci sono inoltre persone che, in ragione della loro professione o della loro missione sociale ed ecclesiale forse dovrebbero, con particolare sollecitudine, attingere al teatro in questa sua dimensione storica: insegnanti, educatori, catechisti e, perché no, genitori.
Il “teatro don Bosco” vuole rispondere a queste necessità culturali e cerca di farlo anche offrendo incontri con la Storia ed i suoi protagonisti: lo fa sia mediante la drammaturgia (commedie, rievocazioni storiche, rappresentazioni sacre), sia mediante incontri di altro genere, come talkshow, conferenze, tavole rotonde.
Il “teatro don Bosco” è nato nel contesto tipico dell’oratorio salesiano e oggi vuole essere uno strumento educativo aggiornato, per rispondere alle caratteristiche proprie di un Oratorio autentico e sempre moderno: luogo di incontro, di gioia, di formazione religiosa e umana, di cultura. Vuole offrirsi come la sintesi tra le esigenze dell’oratorio delle origini (di San Filippo Neri) e quello salesiano, nato circa trecento anni dopo con San Giovanni Bosco.
Ambizioso? Certamente! E anche molto determinato.
GM

© Copyright Teatro Don Bosco Savona - P.Iva 00521000091